Sanzioni per Abusi o Usi Indiscriminati dell'Acqua Potabile

 

L'Amministrazione Comunale rende noto che al fine di perseguire una politica di equità nel pagamento dei canoni idrici e di razionalizzazione del “bene essenziale acqua” che spessa a causa degli evasori viene a mancare ai cittadini, sarà avviato, nei prossimi giorni, un controllo su tutto il territorio comunale per procedere alla sigillatura di tutti i contatori di misurazione dei consumi esistenti, nonché alla verifica del funzionamento degli stessi e alla individuazione di eventuali allacci non regolari.

A quest’ultimo proposito si richiama l’art. 57 del vigente Regolamento Comunale che sancisce:

“Salvo i casi di falsità o di frode per i quali si procederà a norma del codice penale, per le contravvenzioni al presente regolamento, il trasgressore sarà punito con le sanzioni amministrative previste dalla normativa vigente a giudizio insindacabile dell’Amministrazione Comunale, secondo la gravità dei fatti.

Per coloro i quali abusivamente si collegano senza preventiva concessione alla rete idrica è prevista una sanzione pari a 15 volte il contributo dovuto quale diritto di allaccio per la concessione.

Gli stessi, inoltre, potranno regolarizzare tale posizione inoltrando al Comune apposita domanda con la documentazione di rito, pagando i canoni di acqua potabile per gli anni interessati e non prescritti, gravati dell’indennità di mora e degli interessi legali vigenti, con decorrenza dall’atto di residenza o di utilizzo dell’immobile in questione e, quantificando i consumi nella misura forfettaria stimata dalla rilevazione dell’apparecchio misuratore installato, a cura dell’utente, subito dopo la concessione all’allaccio alla rete idrica. 

L’autorizzazione all’allaccio avverrà a seguito del pagamento della sanzione comminata e, la stessa sarà revocata, entro un anno dalla concessione, per mancato pagamento, dei canoni arretrati accertati e dovuti. 

Qualora venga fatto un uso dell’acqua diverso da quello per cui è stata rilasciata la concessione, è prevista una sanzione pari a 10 volte il contributo dovuto, quale diritto di allaccio, per la concessione".

Coloro i quali non provvederanno a regolarizzare la propria posizione prima dei controlli che il Comune avvierà saranno denunciati all’autorità giudiziaria nel rispetto delle leggi vigenti.

         

                                                                                                                                                             per l'Amministrazione Comunale 
                                                                                                                                                                           Il Sindaco
                                                                                                                                                                     Avv. Michele Conia




e-max.it: your social media marketing partner

5x1000 comune cinquefrondi

tributi locali

Raccolta differenziata porta a porta

cinquefrondi comune parco

Calabria Suap - Sportello unico per le attività produttive

SAP - Sportello Attività Produttive

finanziamentiregistrazione

news finanziamenti pubblici

avviso pubblico

bonus energia